Azienda specializzata nella costruzione, automazione, elettrificazione campane e intelaiature. Per il suono delle campane e degli orologi da torre la nostra esperienza si misura con le realizzazioni più prestigiose, quelle dei monumenti nazionali più celebri e del mondo come in America, Giappone, Brasile, Perù, Africa, Grecia, Libano ecc.... oltre quarantamila campane elettrificate! OES Brevetti Scarselli una produzione brevettata e garantita. Da cinquant'anni i nostri congegni elettrici ed elettronici sono da noi interamente costruiti, per rendere impeccabile il rintocco delle campane e per assicurare la massima perfezione dei suoni, anche in presenza di avverse condizioni climatiche come il salmastro marino, la forte umidità ecc...I nostri impianti sono completamente brevettati e garantiti nel tempo da una assistenza programmata che assicura efficienza e sicurezza. Con la O.E.S Brevetti Scarselli avrete la sicurezza di affidarvi ad un'azienda che produce e garantisce ogni apparecchio che vende, mentre potrete utilizzare il suo grande patrimonio di esperienza per trovare le migliori soluzioni alle vostre esigenze. Le Nostre Campane Nella nuova fonderia O.E.S. troverete l'unione perfetta tra moderne tecnologie e scrupoloso rispetto della tradizione, come è sempre stato nella storia della nostra Azienda. Nella stessa siamo in grado di provvedere alla: • Fusione di nuovi concerti di campane di ogni dimensione e tonalità • Fusione di nuovi concerti campane per carillon artistici • Fusione di campane singole da accordare a quelle esistenti • Fusione di piccole campanelle per usi liturgici • Rifusione di campane rotte o lesionate antichissime, nell'antica forma, con l'antico materiale, con lo stesso calco e le stesse decorazioni • Controllo e correzione delle note musicali con speciali strumenti elettronici Ogni campana viene decorata finemente, guarnita con ogni dedica o immagine Sacra a piacere del cliente, garantita nella qualità del bronzo, nella forma, nel risultato musicale, nella durata. Metodo di Costruzione della Campana Il metodo di costruzione tradizionale inizia con il disegno della sagoma su una tavola di noce. Il disegno e' in funzione della nota che si vuole fare risultare, ed anche se la si vuole piu' calante o crescente a parità di nota. Nei secoli il disegno della campana, e quindi la sua forma, hanno ottenuto una modifica nel profilo rendendo il suono più "pulito" che non nelle campane molto antiche. Ogni fonderia ha le sue sagome fisse in ferro dalle quali si ottengono gli stampi, il punto di forza della nostra fonderia e' che sappiamo ancora disegnare le sagome in funzione del giusto accordo che si vuol ottenere, oppure dell'uso che avrà la campana una volta installata. Dopo aver disegnato la sagoma si procede alla costruzione del "MASCHIO", composto da una struttura conica in mattoni sagomati che funge da supporto per la copertura con l'impasto di argilla , pelo animale, sterco di cavallo(questi ultimi hanno funzione di leganti), applicando l'argilla strati su strati e , facendo roteare la sagoma come fosse una bandiera, si da forma allo stampo che per il maschio corrisponde al profilo interno della campana; Una volta riempita perfettamente la sagoma del maschio si rifila la sagoma di noce per fare la "FALSA CAMPANA" con lo stesso procedimento con l'argilla fino al completo riempimento della sagoma. A questo punto, si applicano le decorazioni in cera d'api, e le scritte, e si costruisce quindi una campana in creta e cera come se fosse quella vera, ed a questo punto si procede alla costruzione della "CAMICIA": con creta particolare chiamata "LUTO", si copia esattamente il profilo della falsa campana e di tutte le sue scritte ed immagini in cera. Ultimato lo stampo si può fondere il bronzo avendo però prima sfilato la camicia dallo stampo, aver rotto la falsa campana ed aver richiuso la camicia sul maschio, dove, grazie a quest'ultima operazione abbiamo effettivamente creato il vuoto nel quale il bronzo dovrà entrare. In quest'ultima operazione si fissa anche l'asola nel maschio. I tempi lunghi di costruzione dello stampo sono dovuti ai tempi tecnici che i vari strati di argilla richiedono per essiccarsi, sebbene nello stampo arda sempre carbone di legna. Metallurgia della Campana Il bronzo per campane da noi usato è una lega composta da 78 parti di rame e 22 parti di stagno, si tollerano percentuali di zinco e di piombo non superiori allo 0,5%. Esistono sul mercato diverse leghe di bronzo a seconda degli usi; per l'acustica della campana il bronzo ottimale è il sopra descritto in quanto l'alto tenore di stagno contenuto nella lega, rende la campana molto sonora e con lunghi tempi di vibrazione, è vero altresì che la rende più dura e conseguentemente più fragile in senso strettamente meccanico ma non è un motivo di timore nei confronti del cliente; il valore del bronzo è quindi conseguenza del titolo di stagno contenuto. Bronzi scadenti sono tipici delle vecchie campane da rifondere poiché in passato non c'era presso le fonderie una ricerca della lega particolare; questo problema viene oggi risolto facendo l'analisi del vecchio bronzo e potendo quindi, in fase di fusione, integrare lo stagno mancante oltre a quello che inevitabilmente si brucia, ed eliminando gli ossidi e le scorie che possono essere presenti nella lega con scorificanti. Il bronzo fonde nel forno del tipo a riverbero a 950°, però il segreto per ottenere una buona omogenizzazione delle molecole del bronzo durante il raffreddamento, è di portarlo ad una temperatura di 1200° in modo che il raffreddamento sia il più lento possibile. Questa alta temperatura mette a rischio la resistenza dello stampo, in quanto, a queste temperature le pressioni che si sviluppano sono fino a 8 volte il peso del bronzo fuso. Da ricordare inoltre che anche un esame visivo di una nuova campana può permettere di vedere la bontà del bronzo utilizzato e la percentuale di stagno (più o meno alta), che è stata utilizzata e cioè, più la campana è tendente all'argento con sfumature dorate e maggiore è la quantità di stagno, più la campana tende al rossiccio o addirittura allo scuro, più sarà scadente il bronzo impiegato. Acustica della Campana. La nota che noi sentiamo percuotendo la campana, non è altro che un insieme di frequenze che compongono la cosiddetta nota "dominante" sebbene questa sia appunto la somma di ben 50 toni diversi che si riproducono radialmente dalla campana. Gli intenditori ed i pochissimi collaudatori rimasti soprattutto all'estero sono in grado di distinguere con i vari diapason (elettrici, a percussione, a rebi mobili, a flauto), almeno 6 note nella stessa campana ovvero: " la prima o dominante, la terza, la quinta, la settima, l'ottava superiore e l'ottava inferiore". La distribuzione di questi vari toni distinguono una campana da un'altra, e gli intenditori giudicano la bontà o meno di una campana proprio rispetto alla collocazione fisica in cui questi toni si sviluppano, anche se un intenditore tedesco mai apprezzerà una campana italiana, ed un italiano troverà mediocre una campana francese e così via. REGOLA' DELLA BONTA' DI UNA CAMPANA: La nota fondamentale deve essere pulita e chiara sia da vicino che da lontano; lo sfarfallamento di frequenza è sinonimo di non esatte proporzioni; la durata della vibrazione deve essere per una campana media di 1 minuto, e per una oltre i 1000 Kg. di 2 minuti, e comunque può valere la regola che dice "i centimetri di diametro della bocca valgono come secondi". Chiese, strutture civili, campanili, cornicioni, aree circostanti, vengono spesso danneggiate da volatili che sono, da un lato causa di notevoli problemi materiali con conseguenti alti costi di restaurazione e, dall'altro, forieri di malattie e parassiti estremamente nocivi per l'uomo. I Sistemi elettronici di allontanamento volatili sono soluzioni assolutamente sicure ed innocue per l'uomo e gli animali, adatte ad ogni struttura archittettonica. Una Soluzione Invisibile Dopo tanti anni di ricerche e studi finalizzati al rispetto delle nostre architetture e della loro conservazione la O.E.S. Con l'enorme esperienza acquisita nel settore dell'impiantistica delle campane operando esclusivamente su chiese, campanili, monumenti ecc, ha studiato un sistema completamente innovativo per I'allontanamento dei volatili. Si tratta di un sistema ad induzione elettrostatica che, tramite un'apposita centralina elettronica, genera un campo elettrostatico ad alta impedenza, assolutamente innocuo che infastidisce il volatile mentre è ancora in vola impedendogli la posa e, di conseguenza, la deiezione e la nidificazione SENZA ARRECARGLI DANNO ALCUNO. Il Sistema Metodi di Montaggio Gli impianti di allontanamento dei volatili sono stati progettati per una installazione modulare integrata. La flessibilità di installazione, permette la posa su qualsiasi tipo di superfice, anche su strutture architettoniche di indiscusso pregio artistico. Le installazioni vengono effettuate da personale altamente specializzato nel pieno rispetto delle direttive delle soprintendenze alle belle arti, e delle associazioni ambientalistiche. Particolari di Realizzazione L'impianto di allontanamento dei volatili è stato progettato in particolare modo per i campanili, celle campanarie, facciate e strutture pubbliche, dove ormai in molti dei casi, tutto è colonizzato da piccioni o altri volatili, che stazionano stabilmente e si moltiplicano in maniera incontrollata nidificando in ogni anfratto, su ogni sporgenza, buche pontaie scale ecc. Essi riempiono nel tempo i solai con il loro sterco sporcando campane mozzi che le sostengono apparecchiature e quadri elettrici. Questi fenomeni trascurati da troppo tempo hanno causato e causano un degrado di qualsiasi struttura.Il funzionamento è determinato dall'installazione di una centralina elettronica alimentata a 230 V. che genera e distribuisce impulsi elettrostatici ( picchi di tensione di brevissima durata ) su tutti gli elementi strutturali che sono da proteggere. La distribuzione avviene tramite il collegamento con tondini in acciaio inox, staffe in lexan trattate contro i raggi U.V. collegata con un apposito cavetto per alta tensione, creando sulla distribuzione filare a copertura, un efficacissimo deterrente elettrostatico atto ad allontanare qualsiasi volatile.Grande cura viene dedicata alla installazione dei materiali, alle loro dimensioni ed alla loro sagomatura, provvedendo prima ad una accurata disinfezione sanitaria a largo spettro di azione, contro tutti i microorganismi patogeni. Tecnologie avanzate consentono consumi elettrici ridotti. La grande precisione nell'installazione tiene in considerazione le abitudini dei volatili, la tipologia dei materiali da proteggere e l'estetica della costruzione. Inoltre, vengono installate particolari barriere meccaniche, con reti in polietilene trattato contro i raggi U.V. atte ad impedire l'accesso ai volatili nelle parti più anguste. L’impianto installato, in caso di intemperie – pioggia, vento, neve, ecc.. – come è predisposto, durante il funzionamento in simili condizioni? L’impianto sottoposto alle condizioni di cui alla domanda, specie in condizioni di neve, quando la suddetta possa superare i tondini in acciaio inox installati, continua a funzionare e gli impulsi elettrostatici si disperdono nella neve e nell’acqua. Una volta che la neve è sciolta, l'impianto riprende a funzionare automaticamente come prima. In questi casi particolari i led luminosi indicano con dei tempi differenti il funzionamento in dispersione, con il funzionamento normale.Dopo aver realizzato un impianto, quanto dura l’effetto di allontanamento dei piccioni, sulle parti coperte dall’impianto stesso? I nostri impianti sono creati e realizzati affinché i piccioni non si abituino al fastidio arrecato loro dagli impulsi elettrostatici, per cui il loro comportamento non cambia mai, per cui i piccioni vengono allontanati per sempre dalla zona protetta e la durata dei componenti ed i risultati sono duraturi ed illimitati nel tempo. Avendo la necessità di allontanare i piccioni da qualsiasi edificio, chiesa, campanile, etc., quale può essere il sistema più idoneo, sicuro nel suo funzionamento e duraturo nel tempo. Siamo a conoscenza di vari sistemi ma siamo venuti a sapere che quello più idoneo può essere un impianto di tipo elettrostatico. Possiamo avere informazioni più precise? Il sistema elettrostatico è il miglior sistema funzionante, purché esso venga eseguito con tecniche ed accorgimenti molto avanzati rispetto ai sistemi attuali. Vengono adottate tecniche innovative con speciali centrali che agiscono sulle distribuzioni da coprire con impulsi intermittenti ai quali i piccioni sono molto sensibili, allontanandosi senza che gli sia arrecato nessun danno in quanto viene generato un campo elettrostatico che va ad infastidire il volatile impedendogli di posarsi sui punti di appoggio e di conseguenza la deiezione e la nidificazione. Il vostro sistema elettrostatico risolve per sempre il problema dei piccioni? Le nostre maggiori referenze possono essere dimostrate da tutti gli impianti da noi eseguiti nel tempo. Siamo dagli anni sessanta sul mercato, abbiamo eseguito lavori ai più importanti edifici, chiese e campanili. Gli enti di controllo preposti, sovrintendenze, etc. hanno approvato ed approvano i lavori da noi eseguiti come del resto le maggiori associazioni ambientaliste. E’ sottinteso che le garanzie che noi offriamo sono definitive, come sono definitivi i risultati che offrono i nostri impianti, nella loro funzione, e garantiti integralmente per allontanare definitivamente tutti i piccioni dalle zone da noi coperte e definite. I Nostri Prodotti • Motori • Elettropercussori • Orologi • Mozzi • Parafulmini • Amplificazione Motori La motorizzazione che aziona dolcemente le campane a distesa senza sollecitazioni violente per la salvaguardia del campanile. Questo nostro brevetto, risultato di lunghi ed approfonditi studi garantisce da oltre un quarantennio, con perfetto funzionamento, il suono delle campane in oscillazione a distesa sicuro ed impeccabile. Una tecnologia di altissimo livello che non ha imitazioni. Ogni campana viene azionata con dolcezza e senza sollecitazioni violente alla staticità del campanile. MS-16 Equipaggiamento elettrico per il suono delle campane in oscillazione a distesa con il controllo elettronico della stabilità di ampiezza, e con la frenatura controllata al termine di ogni suonata. Le moderne tecnologie applicate ad una pluriennale esperienza, hanno consentito la realizzazione di una apparecchiatura compatta a basso numero di giri, con avvolgimento in classe H impregnato sottovuoto con speciali resine, ed inserito in apposite calotte in materiale isolante, per un perfetto isolamento da scariche atmosferiche. Elettropercussori Oltre sessantamila campane suonano a rintocchi con l'elettropercussore OES OGIV 3°. L'invenzione della massa di percussione ad azione elettromagnetica repulsiva diretta garantisce l'integrità delle campane, facendo ottenere alle stesse un grande ed armonioso volume sonoro, preservando da sollecitazione dannose le strutture delle torri campanarie. Modello OGIV 3° Elettropercussore serie OGIV 3° in C.C. per il suono delle campane a rintocchi, con alta velocità di esecuzione, fino a dieci rintocchi al secondo, consente di riprodurre fedelmente qualsiasi tipo di suonata a rintocchi. Non richiede lubrificazione, nè manutenzione. L'unico elettropercussore che può essere montato come elettrobattaglio all'interno delle campane. Orologi Orologio elettronico a microprocessore con controllo oscillazione campane mod. DIGIT CLOCK P08M/S-P16M/S caratteristiche tecniche: Orologio programmatore elettronico a microprocessore, per comandare fino a 8-16 campane Funzione controllo digitale delle spinte di oscillazione campane, con regolazione centesimale di tutte le varie componenti della spinta, in base alla posizine della campana ed all'ampiezza impostata. Controllo fino ad otto campane contemporaneamente Possibilità di inserire più programmi allo stesso orario, con durate differenti. Funzione carillon per tutti i tipi di suono a tocchi, motivi musicali, suoni funebri, Angelus, Allegrezza, ecc. Possibilità di attivare, con apposita scheda, il suono ore, con mezze ore o quarti d'ora, con o senza la ripetizione delle ore, con o senza esclusione durante le ore notturne Possibilità di attivare, con apposita scheda, il comando dei quadranti degli orologi da torre orologio elettronico a microprocessore mod. DIGIT CLOCK P08/S-P16/S caratteristiche tecniche: Orologio programmatore elettronico a microprocessore, per comandare fino a 8-16 campane Possibilità di inserire più programmi allo stesso orario, con durate differenti Funzione carillon per tutti i tipi di suono a tocchi, motivi musicali, suoni funebri, Angelus, Allegrezza, ecc. Possibilità di attivare, con apposita scheda, il suono ore, con mezze ore o quarti d'ora, con o senza la ripetizione delle ore, con o senza esclusione durante le ore notturne Possibilità di attivare, con apposita scheda, il comando dei quadranti degli orologi da torre Orologio programmatore a radiocomando MOD. RADIO CLOCK P/16 L'apparecchiatura è costituita essenzialmente da due elementi separati: una trasmittente di comando ed una o più riceventi di trasformazione dei segnali radio in impulsi elettrici, o per il comando delle campane. La trasmittente è un piccolo e sofisticato computer al quale si accede per mezzo delle apposite tastiere, con un display L.C.D retroilluminato sul quale vengono visualizzate tutte le operazioni in corso.caratteristiche tecniche: Trasmette via radio da qualsiasi locale, senza problemi di posa di cavi elettrici, immuni ai guasti dovuti a scariche elettriche dirette Comanda a distanza fino a 16 campane, anche situate su più campanili nel raggio della portata Possibilità di inserire più programmi allo stesso orario, con durate differenti Funzione carillon per tutti i tipi di suono a tocchi, motivi musicali, suoni funebri, Angelus, Allegrezza, ecc. Possibilità di attivare, con apposita scheda, il suono ore, con mezze ore o quarti d'ora, con o senza la ripetizione delle ore, con o senza esclusione durante le ore notturne Possibilità di attivare, con apposita scheda, il comando dei quadranti degli orologi da torre. Mozzi MOZZI PER IL SUONO A DISTESA: A SLANCIO - A GRANDE SLANCIO - A BICCHIERE Costruiti in acciaio - ghisa con elementi componibili, ruote per il comando elettrico di piccolo diametro tornite o dentate, essi si articolano su cuscinetti a sfere alloggiati in appositi supporti dotati di un paragrasso per evitare la fuoriuscita del lubrificante e l'entrata di polvere, acqua o corpi estranei. La riserva del lubrificante ha una durata illimitata. Essi sono verniciati con anticorrosivi e su richiesta possono essere completamente zingati a fuoco a spessore (trattamento consigliato per le zone marine). Il fissaggio della campana è ottenuto con tiranti di acciaio, un cuscinetto di materiale antivibrante è interposto fra il mozzo e la campana creando a questa un ideale alloggiamento. Un particolare accorgimento costruttivo evita la caduta della campana in caso di rottura dell'asse di articolazione. Amplificazione Una nuova linea di diffusione voce per le chiese altamente professionale. Gli elementi elettronici che la compongono sono di altissima tecnologia e la gamma è composta da: amplificatori, unità di potenza, antilarsen, mixer, equalizzatori, compressori di dinamica, noise gate ed unità di protezione. Anche la gamma di microfoni e radiomicrofoni è molto ampia e di elevata tecnologia ed i diffusori acustici non sono di tipo convenzionale ma adottano al loro interno soluzioni tecniche atte a migliorare l'intelligibilità della voce. La OES Brevetti Scarselli, sempre attenta alle evoluzioni della tecnologia che influiscono sulla qualita del suono, dopo approfondite ricerche, ha introdotto nel settore audio moderne ed avanzate apparecchiature per risolvere qualsiasi esigenza, al fine di raggiungere insperati risultati in termini di acustica, oggi più che mai necessari a diffondere la parola della liturgia che diventa, dati i tempi, sempre più difficile da percepire. ANIMATORI LITURGICI E CAMPANILI ELETTRONICI CHORUS Animatore liturgico. Uno strumento liturgicamente valido poichè non esclude l'assemblea, ma ne impone la partecipazione. Oltre 300 brani d'organo e canti registrati contenuti all'interno del "chorus" con qualità digitale. BELL SYSTEM Apparecchio che riproduce il suono delle campane in modo molto realistico con tutti i sistemi di suono tradizionali
OES - Brevetti Scarselli
Azienda specializzata nella costruzione, automazione, elettrificazione campane e intelaiature.

Per il suono delle campane e degli orologi da torre la nostra esperienza si misura con le realizzazioni più prestigiose, quelle dei monumenti nazionali più celebri e del mondo come in America, Giappone, Brasile, Perù, Africa, Grecia, Libano ecc.... oltre quarantamila campane elettrificate!

Chiese, strutture civili, campanili, cornicioni, aree circostanti, vengono spesso danneggiate da volatili che sono, da un lato causa di notevoli problemi materiali con conseguenti alti costi di restaurazione e, dall'altro, forieri di malattie e parassiti estremamente nocivi per l'uomo. I Sistemi elettronici di allontanamento volatili sono soluzioni assolutamente sicure ed innocue per l'uomo e gli animali, adatte ad ogni struttura archittettonica.

 
PI 00505690487
 
     
Kuna - Soluzioni Informatiche